Comici alfa e santoni

Ho molti amici che hanno aderito o simpatizzano sinceramente per il M5S … io non sono convinto e resto diffidente … ho la massima stima per l’attività dei singoli e condivido molte delle idee e delle proteste portate anche efficacemente dal movimento … riconosco che il M5S ha costituito l’unica opportunità, per molte persone disposte ad impegnarsi in politica al di fuori dai canali prestabiliti delle forze politiche “tradizionali”, per poter dare il loro contributo … tuttavia resto diffidente … sono soprattutto le modalità con le quali idee e contributi spontanei e sinceri vengono poi “filtrate” … il movimento sempre più spesso mi pare sbandare verso le logiche del “branco” o, forse peggio, della setta … e ciò che non mi convince è proprio il fatto che sia il “branco” che la “setta” hanno bisogno del capo singolo dal pensiero unico e forte che avvalla il riconoscimento e la cieca condivisione di questo pensiero unico … o sei d’accordo o sei fuori dal branco (e fin qui in fondo non ci sarebbe nulla di strano, ma se l’essere espulso dal gruppo diventa una sorta di gogna o peggio una sorta di minaccia allora la cosa mi preoccupa soprattutto se queste logiche approdano nel Parlamento di uno Stato Democratico) … e anche la setta ha bisogno del suo “santone” al quale abbandonarsi ciecamente e spesso irrazionalmente … e Grillo mi sembra sempre più spesso derivare verso il Guru che verso il comico … sempre più spesso nei presagi di sventura vaticinati da Grillo non trovo nulla di cui poter ridere … Sono sempre più diffidente e più il tempo passa più la fiducia nelle reali capacità e nella sincera dedizione politica dei deputati e senatori del M5S viene meno … soprattutto quando vedo prevalere anche nella attività delle istituzioni democratiche le logiche del branco o della setta.
S.C.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *