Archivi del mese: Marzo 2013

Stamattina mi girano

… capita no? … Ecco allora stamattina mi girano proprio, sono passate settimane dalle elezioni, in due giorni un gruppo di ultra sessantenni ha eletto il Papa , (e anche la giustificazione che per loro i numeri erano più facili mi pare ormai irrilevante) e non abbiamo ancora un governo … stiamo a fare i balletti sui 20 punti, sugli 8 punti … ma cavolo! 4 ne basterebbero o forse anche solo 3 ma subito ! … Sono molto infastidito dal constatare che ancora una volta lo sprone a darsi una mossa verrà da spinte finanziarie esterne al paese … in fin dei conti questa è casa nostra, e gli italiani sono così ed hanno espresso a loro modo i loro rappresentanti e che gli economisti o i finanzieri adesso ci vengano a dire dovete fare questo o quello mi urta. Ma è anche vero che siamo in Europa … e lo abbiamo scelto noi di esserci, e penso anche che abbiamo fatto bene, solo che abbiamo fregarcene altamente dell’europa a disinteressarci dell’europa lasciando che se ne interessassero solo coloro che con l’europa si facevano i loro comodi e i loro interessi. Quindi adesso ci tocca di sottostare a regole e impegni che abbiamo sottoscritto forse con troppa leggerezza.

Bene! questo è il quadro, aggravato da una fetta (consistente!) di classe politica ed amministrativa disonesta e corrotta che ha peggiorato la situazione rubando soldi pubblici.

Ok! ma adesso dopo avere mandato tutti “affanculo” … cavolo adesso siete capaci di FARE qualcosa di concreto o siete solo capaci di insultare e stare a guardare !!!

Io NON ho votato il M5S … non sono riusciti ad avere la mia fiducia (che è insignificante d’accordo) e ho continuato a cercare la risposta meno lontana dalle mie idee … ma anche qui vedo poca capacità di andare avanti.

Non è così che si fa, non è così che si governa! non ho dato il mio voto per assistere a queste messe in scena !

Quello che vedo purtroppo è un PD che dopo essersi arroccato dietro il vecchio apparato di partito per il timore del nuovo nascondendosi dietro il dito del “non possiamo rottamare l’esperienza” … è rimasto vittima di questa enorme ipocrisia !!! Sono convinto che siano tutte scuse … Bersani, D’Alema, persino la Bindi se volevano mettere a frutto la loro esperienza la dovevano mettere a disposizione delle nuove generazioni del PD qualunque fosse il nome che portavano !!! Così probabilmente si estingueranno e con essi il PD medesimo … spero solo che si riesca ad evitare l’estinzione del paese!

Poi vedo un PDL schiavo del padrone che lo ha comperato ancora arroccato sulla salvaguardia della sua personale impunità (quando va bene) o sulla salvaguardia dei propri personali interessi spesso fatti sulla pelle degli italiani che si sono illusi per miopia, superficialità o ignoranza che avrebbero potuto avvantaggiarsi allo stesso modo … poi siamo rimasti con le braghe calate e non capiamo che la colpa è in parte di ciascuno …

Poi c’è il nuovo!!! la novità!!! la ribellione, la rivoluzione … che tristezza!!! gente, giovani (piu o meno) che sanno solo dire “vaffanculo” ma che poi per prendere qualsiasi decisione hanno bisogno di girarsi a guardare cosa dice il loro burattinaio … che tra l’altro (molto opportunamente e convenientemente) è rimasto fuori dall’area e può così permettersi di continuare a fare il buffone incazzato ammantandosi di una presunta democrazia della rete.

Apro un inciso: quando il sig. Grillo dice che “la rete è in grado di mettere insieme intelligenze diverse e che quindi sarà in gradi di risolvere i problemi” (più o alla lettera) … dice una solenne stupidaggine … dimostrando di essere ignorante in materia (o in grande malafede) . Sbaglia il soggetto!!! NON è LA RETE CHE RISOLVE I PROBLEMI !!! Anzi “la rete” di per sé non è nemmeno in grado di mettere insieme un bel niente!!! Al massimo è uno strumento nelle mani delle intelligenze (e purtroppo non solo delle intelligenze ahimè)  le quali se vogliono e se ne sono capaci potranno decidere di mettersi assieme e risolvere i problemi: LE INTELLIGENZE (!!!) non la rete cazzo!

E darsi una mossa ?

Che tristezza … in un certo senso capisco perché il sig. Grillo tiene alla larga i suoi da giornalisti e media: i primi frettolosi scampoli del loro pensiero purtroppo sono quanto di più triste mi potessi aspettare … mi hanno dato l’impressione di persone rancorose e piuttosto arroganti che hanno rinunciato ad un pensiero autonomo limitandosi ad esprimerlo solo in situazioni mediate (su twitter o altri internet media) o in situazioni omologate (nei loro incontri dove se c’è discussione è sempre e comunque all’interno di un gruppo che la pensa più o meno alla stessa maniera)

Io personalmente non ho votato il M5S perchè mi è sempre apparso come un gruppo troppo chiuso e fondamentalista, con tante idee condivisibili ma dai metodi e dalla dialettica troppo opaca.
Ero però tutto sommato fiducioso in un impatto positivo di persone ed idee nuove sul parlamento … purtroppo ancora non ho visto segnali concreti in grado di confortare questa fiducia … anzi devo dire che quello che vedo e sento è piuttosto scoraggiante.
Anche gli altri gruppi non offrono uno spettacolo migliore, incapaci di “fare”, immobilizzati come sono nelle vecchie logiche di contrapposizione, dove le solite vecchie idee si fronteggiano in un clima nel quale ogni giorno che passa i politici perdono credibilità … nall’aggravarsi di una crisi che ci sta di fatto allontanando dal resto del mondo e dal resto dell’Europa in una deriva che ci potrebbe portare lontano … Mentre PD e PDL continuano ad accusarsi delle reciproche colpe di ciò che è stato facendo proposte demagogiche di chi sa che tanto poi difficilmente sarà chiamato a mantenervi fede. Il PDL (che continua a fare il finocchio con le chiappe altrui) promette cose per le quali sa già che potrà accampare 1000 validissime (o meno) scuse per dire che non è possibile mantenere mentre tutti i loro parlamentari non hanno rinunciato ad un solo €uro dei loro privilegi (come anche nel PD). E questa è forse l’unica cosa che per ora marca un punto a favore del M5S: la rinuncia a parte dei compensi. Il PD dal canto suo appare spaesato e senza idee tra la paura del cambiamento e l’arroccamento su posizioni anacronistiche.

Il quadro è piuttosto sconfortante ed appesantito da quanto espresso dei cittadini elettori che per ignoranza, superficialità, paura, indifferenza, protesta, rabbia, confusione, chiusi ed oppressi dai problemi quotidiani non trovano (e non hanno) strumenti per essere incisivi  e quindi in parte rinunciano (al voto), in parte non osano (rischiare un cambiamento – vedi primarie del PD) e in parte si agitano (voto di protesta, spesso irrazionale) … ma questo ovviamente è pienamente legittimo anzi è esattamente il meccanismo democratico che ci siamo dati …
Un altro aspetto che mi lascia molto perplesso in queste prime fasi post elettorali, è che pur se con termini diversi, anche il M5S si muova nella medesima logica: quella della massimizzazione del potere …  “abbiamo ottenuto molto … adesso vogliamo tutto” … ma tutto cosa? e soprattutto a beneficio di chi?
A me non interessa avere dei “controllori” che tirano le orecchie a quelli che scantonano … occorre trovare soluzioni CONCRETE per i problemi del paese … che sono i problemi di tutti e che bisogna cercare di risolvere anche in fretta prima che sia troppo tardi …
Troppo facile stare a guardare e limitarsi a dire “eh! eh! non si fa così … brutti cattivi … vedete che lo avevamo detto che gli altri sono tutti ladri!” … io lo sapevo già! Ho eletto i miei rappresentanti per fare altro … PER FARE !
Il problema resta … per ora coloro che protestano, lo fanno (a mio avviso inutilmente e superficialmente) rinunciando al voto o votando con il naso tappato o con gli occhi bendati … e questa è anche conseguenza di un meccanismo elettorale che di democratico ha ben poco … avendo come scopo principale non tanto quello di eleggere i rappresentanti dei cittadini per tutelare l’interesse di tutti, quanto e soprattutto la perpetuazione di chi entrato in parlamento per rappresentare altri in realtà si trova a gestire un potere notevole che poi utilizza soprattutto per il proprio tornaconto.
Occorre darsi una mossa!!!